Michele Sarfatti , Gli ebrei nell’Italia fascista

Vicende, identità, persecuzione

Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. XII – 428
€ 26,00
ISBN 9788806238933

Indice

In una nuova edizione ampliata e aggiornata, lo studio piú rigoroso e completo su uno dei momenti piú bui della nostra storia del Novecento. Gli ebrei italiani, la loro vita e il loro progressivo soccombere negli anni che vanno dalla marcia su Roma alla fine della Shoah.

***

Edizione definitiva

Gli ebrei che negli anni del Risorgimento si erano «fatti italiani» piú rapidamente dei loro concittadini, negli anni del fascismo videro le loro identità e le loro vite progressivamente limitate, sopraffatte, annientate. Essi erano docenti universitari e merciai ambulanti, osservanti e laici, italiani sin da Roma antica e stranieri, sionisti e nazionalisti italiani, fascisti e comunisti; unica fu invece la persecuzione antisemita a impostazione razzista che li colpí. L’autore, sulla base di vastissime ricerche archivistiche e bibliografiche, descrive gli aspetti collettivi e individuali di quella vicenda, illustrati anche tramite dati statistici, cartine, documenti e testimonianze dell’epoca.

 

Michele Sarfatti (Firenze 1952) è stato a lungo direttore della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano. Studia da molti anni la storia degli ebrei in Italia nel Novecento e la storia della Shoah in Italia e in Europa. I suoi libri sono tradotti in inglese e in tedesco. Presso Einaudi ha pubblicato Gli ebrei nell’Italia fascista. Vicende, identità, persecuzione (2000 e, in una nuova edizione aggiornata, 2007), Le leggi antiebraiche spiegate agli italiani di oggi (2002), La Shoah in Italia (2005) e Gli ebrei nell’Italia fascista(2018).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *