Carlo Lucarelli, Intrigo italiano

Il ritorno del commissario De Luca

Super ET
pp. 216
€ 12,00
ISBN 9788806236991

Sotto il fascismo De Luca era «il miglior poliziotto d’Italia». Ora siamo in piena Guerra Fredda. Nell’Italia dei festival di Sanremo e degli omicidi sempre piú strani gli chiedono di diventare un po’ strano anche lui.

Altre edizioni:Intrigo italiano. 2017. Stile libero Big

C’è stato un omicidio a Bologna, una città coperta di neve in cui i tram scampanellano sulle rotaie e la gente affolla i ristoranti per i tortellini di Natale: la bella moglie di un professore universitario è morta annegata nella vasca da bagno del trappolone, l’appartamento da scapolo del marito. Il Servizio vuole sapere chi è stato, e per questo c’è bisogno di uno come De Luca, che sembra finalmente trovarsi alle prese con un’indagine da giallo classico, fatta di indizi, tracce, impronte e orari. Ma non è cosí, naturalmente. E De Luca deve scegliere se seguire il suo vecchio cuore di cane da caccia o quello nuovo di cane bastardo.
Carlo Lucarelli (Parma, 1960) ha pubblicato per Einaudi Stile Libero moltissimi libri. Gli ultimi tre sono i romanzi Albergo Italia (2014), Il tempo delle iene (2015) e Intrigo italiano (2017 e 2018) con protagonista, dopo molti anni, di nuovo il suo primo personaggio: il commissario De Luca, comparso già in una trilogia in origine pubblicata da Sellerio con Carta bianca, del 1990 (ora Einaudi Stile Libero, 2014),L’estate torbida, del 1991 (ora Einaudi Stile Libero, 2017) e Via delle oche, del 1996, di prossima pubblicazione con Einaudi Stile Libero.
Carlo Lucarelli conduce da molti anni trasmissioni televisive, ora per Sky, sui vari aspetti non risolti dalle inchieste sul crimine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *